ORARIO APERTURA SEDE
(Via del Cornappo 21 Qualso)

DALLE 17,30 ALLE 18,30
OGNI MERCOLEDI'


LA SEZIONE CHIUDE DAL 20 LUGLIO AL 20 AGOSTO 2017

  

                531037_117598091733497_1076810728_s
21 novembre 2014
"Virgo Fidelis"


           
                
IL PRESIDENTE NAZIONALE
Gen. C.A. (ris) Libero Lo Sardo


I nostri link
                

                       @ @

               
                Assocarabinieri

                       @ @
  

                     ISPETTORATO REGIONALE





          
         STATUTO ORGANICO
 
         

            REGOLAMENTO
(Per scaricare il Regolamento o Statuto clicka sui banner)


          

         USO DEL TRICOLORE
          Clicka sulla bandiera



 

Il 7 gennaio ricorre l'annuale della Bandiera nazionale (1797) e il 14 marzo 1894 quello della Bandiera di Guerra dell'Arma dei Carabinieri. In verità Re Umberto I° aveva consegnato la Bandiera alla Legione Allievi Carabinieri di Roma e solo nel 1932, il 7 luglio, affidata al Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri e custodita da allora nell'ufficio del Comandante della Scuola Allievi. Nel 1943 venne sepolta sotto un cumulo di macerie in una soffitta per poi essere custodita nel Museo Storico dell'Arma e successivamente riconsegnata al Comando Scuola Allievi. A seguito della elevazione dell'Arma al rango di Forza Armate la dicitura sulla sfera "Esercito Italiano" venne sostituita con "Arma Carabinieri". Tante sono le ricompense alla Bandiera dell'Arma simbolo del valore che i Carabinieri dimostrarono nel tempo. La Bandiera si merita la citazione di Massimo D'Azeglio:


"Sia sentimento di tutti che la Bandiera rappresenta l'Italia, la Patria, la libertà, l'indipendenza, la giustizia, la dignita, l'onore. Non si macchia. Non si abbandona. Piuttosto si muore."





Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire
 da voi qualche consiglio.



 

bicentenario
LEGIONE ALLIEVI CARABINIERI
SEDE DELL' ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI - ROMA





CHI SIAMO


L'Associazione unisce carabinieri in servizio, in congedo e i loro familiari in quella che è sentita la grande famiglia dell'Arma.

 Il 13 luglio 1814, con la promulgazione delle Regie Patenti, fu ufficialmente sancita la nascita del corpo militare dei Carabinieri. Successivamente con l'Unità d'Italia (1861), il Corpo divenne la prima Arma del nuovo esercito nazionale.

Parallelamente alla crescita dell'Arma in servizio, a partire dal 1886 nacque a Milano e si sviluppò la "Società di Mutuo Soccorso fra i Congedati e Pensionati dai Carabinieri Reali". Negli anni seguenti in varie città e paesi d'Italia, con alterne vicende, vennero costituite numerose analoghe associazioni che poi confluirono nell'Associazione Nazionale Carabinieri (A.N.C.) il cui statuto venne approvato con decreto Presidenziale n. 1286 del 25 luglio 1956.

 Scopi dell'ANC

 Scopi fondamentali dell'Associazione, che è apolitica, sono:

· promuovere e cementare i vincoli di cameratismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio dell'Arma, e fra essi e gli appartenenti alle altre forze armate ed alle rispettive associazioni.

· tenere vivo fra i soci il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell'Arma e la memoria dei suoi eroici caduti;

· realizzare, nei limiti delle possibilità, l'assistenza morale, culturale, ricreativa ed economica a favore degli iscritti e delle loro famiglie

 Chi può iscriversi all'ANC?

· soci effettivi: militari (anche di altre Armi, Corpi e servizi) che prestano o hanno prestato servizio nell'Arma dei Carabinieri.

· soci familiari: i familiari maggiorenni di ambo i sessi dei militari dell'Arma in congedo e in servizio, o che siano discendenti e congiunti di già appartenenti all'Arma.

Per familiari maggiorenni si intendono gli appartenenti al nucleo familiare, non necessariamente conviventi e a carico, del militare dell'Arma, in servizio o in congedo; essi comprendono, quindi, tutte le persone che siano a lui legate da vincoli di parentela in via ascendente, discendente e collaterale, entro il grado riconosciuto dal codice civile.

Per discendenti e congiunti di già appartenenti all'Arma, si intendono le stesse persone di cui sopra, legate da vincoli di parentela con i militari dell'Arma defunti, nonchè le vedove.

· soci simpatizzanti: coloro che condividono i valori, lo spirito e le finalità statutarie dell'ANC.

 L'ammissione a Socio è approvata dal Consiglio sezionale con esclusione di quelli in servizio.

 Modalità d'iscrizione

Prendere contatto con i dirigenti della Sezione ANC competente sul comune di residenza o domicilio.

I documenti da presentare sono:

· n. 2 foto formato tessera;

· copia del certificato di congedo o atto equipollente (per i soci effettivi);

· copia di un documento del familiare in servizio, in congedo o defunto, attestante l'appartenenza all'Arma dei Carabinieri (per i soci simpatizzanti) ;

· autocertificazione o idonea documentazione attestante la buona condotta morale.

Maggiori informazioni e o chiarimenti al 333 39 39 623.-

Vantaggi derivanti dall'iscrizione

In tema assistenziale, alla riduttiva formula del sussidio in denaro, sono stati aggiunti alcuni "servizi" diretti a soddisfare giuste esigenze dei soci:

· Assicurazione per morte o grave invalidità (20%) derivante da attività extraprofessionale (automaticamente estesa a tutti i soci in regola con la quota sociale);

· Abbonamento gratuito alla rivista "le Fiamme d'Argento", che contiene reportages di attualità e di costume, servizi di cultura, l'impegno nel volontariato, pagine di storia e un'ampia selezione della vita delle sezioni;

· Agevolazini offerte da ditte fornitrici di servizi, catene ed esercizi commerciali, alberghi che riservano al socio sconti ed agevolazioni


 
 
  Site Map