RADUNO NAZIONALE A.N.C 2015
           

       

Visita virtuale del Quirinale
(Clicka sullo stemma dei Corazzieri)


NEI SECOLI FEDELE

Il motto fu creato nel 1914, in occasione del primo Centenario dell'Arma dei Carabinieri, dal capitano Cenisio Fusi per la medaglia commemorativa dell'evento e divenuto contrassegno antonomastico dell'Istituzione (v. Fusi). Venne concesso quale motto araldico da Vittorio Emanuele III all'Arma dei Carabinieri il 10 novembre 1933, in applicazione della legge 24 marzo 1932 n. 293 relativa ai motti araldici per l'Esercito.
Per molti anni, almeno fino al secondo dopoguerra, alla figura del Carabiniere veniva associato anche un altro motto, non ufficiale, di estrazione antologica:

USI OBBEDIR TACENDO
 E TACENDO MORIR
Questa frase era stata stralciata dal poema “La Rassegna di Novara" scritta da Costantino Nigra, uomo politico, letterato, poeta (nato a Villa Castelnuovo (Torino) l'11 giugno 1828 - morto a Rapallo il 1° luglio 1907). Nella citata "La Rassegna di Novara” l'autore immagina che Carlo Alberto passi in rassegna il grande esercito dei Caduti nelle patrie battaglie. Primi sono i Carabinieri.

  


 
foglioepenna
                               NEWS                         




Questo spazio sarą la bacheca della Sezione.
Saranno pubblicati avvisi, progetti, idee, suggerimenti, e commenti
di tutti i soci dell'Associazione

@ @ @ @




 
 
  Site Map